Borsa di Studio "Le Terre dei Barile"

L'Associazione di Promozione Sociale L'ArQueologia, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila, bandisce la sezione per titoli e colloquio per l'assegnazione di n°1 borsa di studio del valore di € 1000,00 per attività di ricerca, rivolta a giovani laureati in materie umanistiche, nell’ambito del Progetto di Ricerca “Le Terre dei Barile”.

Il Progetto prevede la riscoperta e la valorizzazione dei territori dei Barile mediante l'istituzione di una borsa di studio per una ricerca storico-archivistica sulla famiglia e i suoi territori. Si tratta infatti di un casato nobiliare molto antico e importante, del territorio aquilano. Le informazioni raccolte nella ricerca sfoceranno in una pubblicazione al fine di promuovere il territorio e la sua storia.

Lo scopo della borsa di studio è di ricostruire vicende storiche inedite del territorio aquilano, attraverso i possedimenti della famiglia Barile, casato che addirittura riuscì ad opporsi a Carlo D'Angiò durante la fondazione della città, rifiutandosi di trasferirsi nella nascente L'Aquila, oltre che il paesaggio medievale dei comuni coinvolti: S.Eusanio Forconese, Villa S. Angelo e Rocca di Mezzo.

I requisiti per l'ammissione alla selezione sono:

- Il possesso di una laurea triennale o specialistica in materie umanistiche;

- Un comprovata conoscenza del territorio aquilano;

- Ottima capacità di effettuare ricerche in archivi e biblioteche;

- Età inferiore ai 35 anni alla data di scadenza del presente bando;

- Non essere impiegato in un’attività lavorativa full time;

La borsa di studio dell'importo di euro 1000,00 ha una durata di 3 mesi dalla data di attribuzione della stessa.

La domanda deve essere inviata tramite mail all’indirizzo larqueologia.aps@gmail.com entro, pena l’esclusione, le ore 13.00 del 10 febbraio 2016.

Scarica il testo completo del bando:

Bando per Borsa di Studio - Le terre dei Barile (.pdf)

Modulo Candidatura per Borsa di Studio - Le terre dei Barile (.docx)

Aggiornamenti:

4-2-2016

Commissione giudicatrice (.pdf)

 

 
FacebookTwitterGoogle+LinkedInCondividi